Quesiti e pareri

Richiesta chiarimenti riguardanti l'effettuazione di lavoro straordinario

QUESITO


In riferimento a quanto disposto dal CCRL 24/12/2002 e dal testo di accordo siglato in data 06/11/2006, si richiede di volerci precisare se, neI caso di un dipendente che abbia preso servizio in data l ° novembre, il numero massimo di ore di lavoro straordinario corrisponda al totale delle ore annue previste o alla sola quota relativa ai mesi effettivamente lavorati (due dodicesimi).

 

PARERE

 

Facendo seguito alla Vs. nota prot. n. 983 in data 16 novembre 2006, concernente la richiesta di cui in oggetto relativamente ad un dipendente assunto a far data dal giorno 01 novembre 2006, si rileva quanto segue.
L’articolo 42, terzo comma del C.C.R.L. 24 dicembre 2002 prevede che “… il limite annuo di prestazioni straordinarie è fissato in 200 ore.”; fissa altresì ulteriori limiti con riferimento alla spesa che non può eccedere quanto indicato dalla norma stessa. L’anzidetto limite delle 200 ore rappresenta quanto il datore di lavoro può chiedere ed ottenere in tema di prestazioni di lavoro straordinario e la disposizione che lo prevede è norma di tutela per il lavoratore il quale può, peraltro, superarlo nei modi previsti dalle vigenti disposizioni e, segnatamente, secondo quanto previsto dall’articolo 42, quarto comma. A ciò si aggiunga:
a) che il terzo comma dell’articolo 42 ha fissato limiti di spesa complessiva annua per lo straordinario;
b) che il settimo comma dello stesso articolo vieta il superamento delle 10 ore lavorative giornaliere a qualsiasi titolo siano rese;
c) che l’articolo 4, secondo comma del d. lgs. 08 aprile 2003, n. 66 ha fissato in 48 ore settimanali il limite massimo di ore lavorative.

 
E’ evidente che il dipendente neo-assunto e che nel corso dell’anno 2006 non potrà rendere prestazioni lavorative oltre i due mesi non possa essere assoggettato al medesimo trattamento dei dipendenti che lavorano per 12 mesi e, pertanto, il numero massimo di ore di lavoro straordinario dovrà necessariamente essere ridotto a due dodicesimi delle citate 200 ore.